Decreto FGAS condizionatori e ricariche.

A partire dal 25 luglio 2019, in base al decreto 146/2018, le imprese che vendono gas fluorurati e apparecchiature non ermeticamente sigillate che li contengono devono comunicare le informazioni relative alle vendite alla Camera di Commercio in via telematica. Il decreto ha l’obiettivo di tracciare le vendite di tali gas nell’ottica di ridurre le emissioni.

Il DPR 146/2018 prevede che, in fase di vendita, l’acquirente dichiari se sta acquistando come installatore certificato, distributore/grossista oppure utilizzatore finale. Nel caso di cliente installatore dotato di certificazione, il venditore dovrà verificare la validità del certificato contestualmente e sul sito della Camera di Commercio, e potrà vendere solo a clienti con certificato valido e non in scadenza o scaduto.

Il venditore dovrà quindi registrare la vendita sul portale della Camera Di Commercio, inserendo alcuni dati (come numero e  data fattura o scontrino, certificato dell’installatore, autodichiarazioni ed altre informazioni, se necessario). Il venditore dovrà archiviare i dati in vista di eventuali controlli.

In sintesi, per le vendite di apparecchiature in negozio:

Tipologia di Acquirente

Cosa deve comunicare il cliente

Cosa fa Bricoman

Impresa certificata che conosce l’utilizzatore finale

Codice Fiscale o Certificato, nome dell’utilizzatore finale, autodichiarazione

Verifica la validità del certificato, registra vendita, autodichiarazione  e utilizzatore finale su Agenzia Entrate

Impresa certificata che NON conosce l’utilizzatore finale

Nessun dato

Effettua la vendita

Impresa NON certificata

Codice Fiscale, autodichiarazione

Registra vendita e  autodichiarazione su Agenzia Entrate

Rivenditore

Nessun dato

Effettua la vendita

Utilizzatore finale

Autodichiarazione

Registra vendita e  autodichiarazione su Agenzia Entrate

In sintesi, per le vendite di apparecchiature online:

Tipologia di Acquirente

Cosa deve comunicare il cliente

Cosa fa Bricoman

Imprese

Nessun dato

Effettua la vendita

Rivenditore

Nessun dato

Effettua la vendita

Utilizzatore finale

Autodichiarazione online

Registra l’autodichiarazione e  la vendita su Agenzia Entrate

In sintesi, per le vendite di gas in negozio:

Tipologia di Acquirente

Cosa deve comunicare il cliente

Cosa fa Bricoman

Imprese certificate

Codice Fiscale o Certificato, autodichiarazione

Verifica la validità del certificato, registra la vendita, archivia l’autodichiarazione

Persone certificate o in possesso di attestato  che operano per Imprese / Enti non soggetti ad obbligo di certificazione / attestazione

Codice Fiscale o Certificato, autodichiarazione

Verifica la validità del certificato, registra la vendita, archivia l’autodichiarazione

Utilizzatori finali che acquistano FGAS per attività diverse da installazione, manutenzione, controllo perdite, recupero

Autodichiarazione

Registra la vendita, archivia l’autodichiarazione

Distributori / grossisti

Autodichiarazione

Archivia l’autodichiarazione

Privati cittadini

Non possono acquistare

Non può vendere

Quali sono i gas di cui si deve comunicare la vendita?

– gli idrofluorocarburi,o «HFC», le sostanze elencate nella sezione 1 dell’allegato I al Regolamento 517/2014 o le miscele contenenti una qualsiasi di tali sostanze;

– i perfluorocarburi, o «PFC», le sostanze elencate nella sezione 2 dell’allegato I al Regolamento 517/2014 o le miscele contenenti una qualsiasi di tali sostanze;

– l’esafluoruro di zolfo o «SF6», la sostanza elencata nella sezione 3 dell’allegato I al Regolamento 517/2014 o le miscele che contengono tale sostanza;

– altri gas a effetto serra contenenti fluoro elencati nell’allegato I al Regolamento 517/2014;

– miscele (un fluido composto da due o più sostanze di cui almeno una sia una sostanza elencata nell’allegato I) contenenti una qualsiasi di tali sostanze.

Per tutte le informazioni consulta la pagina dedicata: https://bancadati.fgas.it/#!/home .

Nel dettaglio:

  • Installatori certificati:

Il D.P.R. 146/2018 istituisce la Banca dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati, e stabilisce che dal 25 settembre 2019, le imprese certificate (o le persone, nel caso di imprese non soggette ad obbligo di certificazione) devono comunicare i dati relativi agli interventi di installazione, riparazione, manutenzione, controllo delle perdite e smantellamento svolti su apparecchiature contenenti gas fluorurati.

Le imprese che forniscono gas fluorurati o apparecchiature non ermeticamente sigillate che li contengono agli utilizzatori finali devono essere in possesso di certificato se svolgono attività per le quali tale certificato è richiesto. Quindi se l’impresa oltre a vendere FGAS o apparecchiature, cura anche l’installazione, riparazione, manutenzione, smantellamento delle apparecchiature contenenti F-GAS o il recupero di gas dalle apparecchiature, allora dovrà essere anche in possesso di certificato per svolgere tali attività.

Per verificare sulla Banca Dati se il certificato è valido è possibile fare la ricerca dal sito https://bancadati.fgas.it inserendo:

  1. il codice fiscale dell’impresa (NON la partita IVA) o della persona (dato obbligatorio)

  2. il numero del certificato (dato non obbligatorio)

  • Utilizzatori finali:

Cosa cambia di importante per l’utilizzatore finale dal vecchio DPR al nuovo:

  1. Periodicità dei controlli da effettuare e metodo di misura

  2. Tenuta dei registri di apparecchiatura e nuova banca dati

L’utilizzatore finale, in fase di acquisto, dovrà indicare quale sarà l’impresa certificata che si occuperà dell’installazione del suo condizionatore. Se non lo conosce, potrà non indicarlo.

  • Rivenditori e grossisti:

L’impresa che acquistano F-GAS o apparecchiature non ermeticamente sigillate che li contengono esclusivamente all’ingrosso e come rivenditore, non deve iscriversi al registro e non deve comunicare le vendite effettuate. Se l’impresa oltre a vendere all’ingrosso vende una parte, anche quantitativamente limitata, a utilizzatori finali, dovrà iscriversi al registro e comunicare le specifiche vendite effettuate agli utilizzatori finali.

La comunicazione della vendita va effettuata, via telematica, alla Banca Dati nazionale gestita dalle Camere di commercio. L’iscrizione viene effettuata tramite il portale https://bancadati.fgas.it e l’’accesso deve essere effettuato mediante dispositivo con firma digitale dotata di certificato di autenticazione o con SPID intestati ad una persona che, da Registro Imprese, risulta persona d’impresa (quindi è riportata sulla visura del Registro Imprese).

Sono escluse le vendite di gas diversi dai gas fluorurati e le vendite di gas fluorurati ad acquirenti che non sono utilizzatori finali.